giovedì 18 gennaio 2018

CADUTA AL SUPERMERCATO - RISARCIMENTO DANNI - MODELLO ATTO DI CITAZIONE




GIUDICE DI PACE DI SALERNO

ATTO DI CITAZIONE

La Sig.ra Teresa Pereira Perita Peraria, nata a Salerno il 25/30/1895, CF: TRS PRR 715H54 H125B, rapp.ta e difesa dall’ Avv. Gennaro De Natale (pec: _____________ fax n. ______________), presso il cui studio elett.te domicilia in forza di procura alle liti a margine del presente atto,

Premesso

- A) che, in data 12/12/1236, alle ore 13,50 circa, mentre si trovava all’interno del supermercato Supermarket, sito in Salerno, alla Via dei Garibaldini, la Sig.ra Pereira inciampava in una lastra metallica posizionata in maniera intrinsecamente pericolosa sul pavimento, in un luogo in cui, normalmente, i clienti rivolgono la propria attenzione alla scelta dei prodotti allocati sugli scaffali;

- B) che, per la precisione, la suddetta lastra risultava rialzata rispetto al pavimento e senza nessuna segnalazione di pericolo;

- che il gestore di un supermercato ha il dovere di custodia, che comporta l’obbligo di vigilare, prevenire ed impedire il verificarsi di danni a terzi, con adeguate misure di sicurezza o segnalazioni di pericolo (Cass. 2/9/2013 n. 20055);

- C) che, in seguito ed a causa di tale sinistro, la Sig.ra Pereira riportava lesioni al ginocchio destro che hanno comportato postumi invalidanti, come emerso in seguito ad accertamenti medici;

- che, nel caso in esame, sussiste la responsabilità esclusiva del rappresentante legale del Supermarket, quale custode dell’esercizio commerciale, ai sensi dell’art. 2051 cc, per non aver adottato le misure idonee ad impedire che la lastra metallica recasse danno ai terzi, e non essendo ascrivibile alla danneggiata un utilizzo della cosa improprio o imprevedibile. Infatti, chi frequenta un supermercato ha la ragionevole aspettativa di circolare in un posto sicuro, soprattutto con riferimento alla manutenzione del pavimento, essendo interesse del gestore che l’attenzione degli avventori sia catturata esclusivamente dai prodotti esposti (Cass. 24/2/2011 n. 4476);

- che, in data 28/12/2017, veniva formulata, nei confronti del rappresentante legale del Supermarket, richiesta di risarcimento danni;

- che, il rappresentante legale del convenuto supermercato rifiutava di ricevere la racc.ta AR contenente la richiesta di risarcimento;

- che, i danni patiti dalla Sig.ra Pereira che al momento del sinistro aveva 32 anni, ammontano ad euro ___________, così determinati:

Danno Biologico Permanente
Invalidità del ___________% = euro
Danno Biologico Temporaneo
Invalidità assoluta _______________ gg  = euro
Invalidità parziale ______________ gg al % = euro
Invalidità parziale _______________ gg al Y % = euro
Danno morale = euro ____________
Spese mediche = euro _____________
Per un Totale complessivo di euro ____________

- che, non essendo stato possibile comporre bonariamente la vertenza, si rende necessario adire le vie legali; tanto premesso, la Sig.ra Pereira, come in atti rapp.ta difesa e dom.ta

C i t a

il Supermarket, in persona del LRTP, con sede in Salerno, alla Via dei Garibaldini, a comparire dinanzi al Giudice di Pace di Salerno, all’udienza del giorno ___________, locali soliti, ore di rito col prosieguo, per sentir così provvedere:

1) Dichiarare la responsabilità esclusiva del Supermarket, in persona del rappresentante legale, nel sinistro per cui è causa;

2) Condannare il convenuto al risarcimento, in favore dell’istante, della somma di euro _________, oltre interessi e rivalutazione monetaria come per legge;

3) Condannare il convenuto al pagamento delle spese di giudizio e del compenso professionale, con attribuzione al sottoscritto procuratore antistatario.

In via istruttoria, si chiede l’ammissione all’interrogatorio formale del convenuto sulle circostanze di cui ai capi A), B) e C) di cui alla narrativa del presente atto che qui si abbiano per integralmente trascritti, preceduti dalle parole Vero che.

Con riserva, altresì, di produrre ulteriore documentazione e richiedere ulteriori mezzi istruttori all’udienza ex art. 320 cpc, in conseguenza del comportamento processuale di parte convenuta.

Ai sensi della L. 488/99 e succ. mod. si dichiara che il valore della controversia è pari ad euro _________ e che, pertanto, il valore del contributo unificato versato è pari ad euro _______.

Si allegano i seguenti documenti:
a.       Racc.ta del  _______;
b.      Copia della documentazione medica.

Salerno, ________

Avv. Gennaro De Natale


Ti è piaciuto il post? Condividilo! CLICCA IL TASTO G+ 

Nessun commento:

Posta un commento